hr
Back

Informativa Moratoria Cura Italia (D.L. Sostegni Bis)

15 Giugno 2021

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 123 del 25 maggio 2021 il decreto Sostegni bis (D.L. n. 73/2021) recante misure urgenti per il sostegno alle imprese, al lavoro e alle professioni, per la liquidità, la salute e i servizi territoriali, connesse all’emergenza sanitaria di “Covid-19”.

Tale decreto prevede la proroga delle misure di sostegno previste dall’articolo 56, comma 2 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, e come modificato dal decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126, e dalla legge 30 dicembre 2020.

La nuova proroga:

  1. è rivolta solo ai clienti per i quali la moratoria prevista dal Decreto Legge del 17 marzo 2020 è tuttora in essere;
  2. opera solo su espressa richiesta e dovrà essere inviata entro e non oltre il termine del 15 giugno 2021; le domande dovranno essere presentate a Julia Portfolio Solutions al seguente indirizzo pec:  crediti@julia-ps.legalmail.it. In difetto di domanda entro i termini suddetti l’ammortamento del contratto riprenderà regolarmente con decorrenza luglio 2021;
  3. la moratoria è riferita esclusivamente alla quota capitale: pertanto tutti gli altri oneri previsti contrattualmente previsti dovranno essere corrisposti anche durante l’eventuale nuovo periodo di sospensione.

La caratteristica della nuova proroga – che è limitata alla sola quota capitale – comporta pertanto la ripresa dei pagamenti dal 1°luglio: è quindi necessario verificare con la propria Banca che il mandato SEPA sia attivo, al fine di evitare segnalazioni di insoluto.

Julia Portfolio Solutions S.p.A. provvederà a fatturare gli interessi maturati, al tasso leasing contrattuale, calcolati sul debito residuo in essere all’atto della sospensione e per il periodo complessivo della sospensione stessa, contestualmente alla fatturazione del primo canone successivo alla sospensione. La fattura dei soli interessi maturati e non fatturati nel periodo di sospensione totale verrà dilazionata alle medesime scadenze dei canoni lungo tutto il piano di ammortamento residuo. Il pagamento dilazionato verrà concesso anche agli adeguamenti derivanti dall’indicizzazione al tasso e, ove presente, al cambio.