hr
Back

La transizione del LIBOR: il benchmark dei tassi di interesse sta cambiando

15 Giugno 2021

Il London Interbank Offered Rate (LIBOR) è uno tra i più noti tassi di riferimento utilizzati a livello globale e viene pubblicato in cinque valute (sterlina inglese, euro, yen giapponese, franco svizzero e dollaro statunitense).

Questo tasso di riferimento dovrebbe essere gradualmente eliminato entro pochi mesi: la Financial Conduct Authority del Regno Unito ha infatti annunciato che, a partire dalla fine del 2021, non richiederà più alle banche partecipanti di continuare a contribuire alla formazione del LIBOR. Pertanto, le autorità di vigilanza a livello globale e le banche centrali hanno incoraggiato fortemente gli operatori del mercato a individuare tassi di riferimento alternativi (alternative reference rate, ARR): per definire questa transizione, tutti gli operatori sono infatti attivamente coinvolti con le autorità di regolamentazione, le banche centrali e gli organismi del settore.

In sostituzione al LIBOR si stanno quindi individuando i più opportuni ARR, noti anche come tassi privi di rischio (risk-free rate, RFR), anche se creare alternative al LIBOR non è un compito facile, in considerazione dell’enorme volume di contratti ai quali l’indice è collegato: per il LIBOR e altri tassi Interbank Offered Rate (IBOR), le proposte si trovano a stadi di definizione diversi e sono in costante evoluzione.

La nostra Società desidera garantire un’agevole transizione per i Clienti, aiutandoli a muoversi in una realtà che va “oltre” il LIBOR. Stiamo valutando l’impatto che la transizione può avere sui prodotti, monitorando da vicino gli sviluppi del mercato e considerando quali opzioni possiamo mettere a disposizione della nostra Clientela.

Vi terremo informati sui continui sviluppi della transizione dal LIBOR: nel frattempo il Vostro gestore è a Vostra disposizione per rispondere a tutte le eventuali domande sul processo di transizione.